Ristrutturazione Bagno 02

Uno degli ambienti più “intimi” di ogni casa è certamente il bagno, che oggi è diventato un elemento di design e di estetica: da semplice luogo di servizio ad angolo di relax e di stile. Come tale, va quindi curato e mantenuto in piena efficienza, intervenendo se necessario con una ristrutturazione indipendente dal resto della casa che può essere svolta in maniera diversa, più o meno robusta a seconda dei casi e personalizzata per un risultato finale gradevole, che regali un angolo della propria abitazione di forte impatto.

Come descritto nell’area del nostro sito dedicata proprio alla ristrutturazione del bagno, si può intervenire in modi differenti, con opere di ristrutturazione parziali (piastrellatura, imbiancatura,…) oppure opere di ristrutturazione completa: nel nostro articolo “Quanto costa rifare un bagno” abbiamo, inoltre, approfondito le varie voci di spesa.

Chiaramente, nel caso di una ristrutturazione completa il costo complessivo sarà più elevato anche per via dell’incidenza del costo di demolizione del bagno vecchio, che a sua volta può variare in base ai lavori da svolgere e alle modifiche desiderate, oltre che ai componenti scelti.

Approfondiamo allora questo aspetto in questo articolo.

 

Costo demolizione bagno: fattori di incidenza

 
E’ intuitivo pensare che il costo di demolizione bagno dipenda molto dalla superficie e dalla tipologia dei lavori da svolgere: un conto è cambiare soltanto i sanitari, altro è ripiastrellare o rifare gli impianti. Oltre a questo, vi sono però altri fattori che possono influire sulla determinazione dei costi.

Tra questi, va valutata la disposizione fisica dei locali: più l’accesso sarà angusto e gli spazi di manovra per gli operai saranno ristretti, tanto più il costo sarà elevato. In caso di lavori ai piani superiori, la presenza di un ascensore può evitare il costo relativo all’uso di un argano o di un paranco. Conterà molto anche il materiale da demolire: a titolo di esempio, la demolizione di una parete in cartongesso sarà senza dubbio più economica rispetto all’abbattimento di un muro in cemento armato.

Un costo indicativo per la demolizione di un bagno è quantificabile in circa 35-40 euro al metro quadrato, ma tale cifra rappresenta semplicemente un’indicazione di massima che potrebbe non comprendere lo smaltimento delle macerie (tale operazione infatti deve essere eseguita secondo normative specifiche e da personale competente).

 

In che modo demolire un bagno

 
Il costo demolizione bagno è quindi composto anche dallo smaltimento di quanto asportato: in generale, possiamo parlare di “ristrutturazione completa” qualora l’opera interessi anche l’asportazione e rifacimento del massetto.

In generale, un bagno andrebbe demolito con un criterio logico ben preciso e da parte di personale specializzato. Ad esempio, andando a sostituire soltanto i sanitari è bene evitare di rompere un eccessivo numero di piastrelle, così come è importante effettuare questa operazione salvaguardando gli impianti. Lo stesso vale anche nel caso di una demolizione più importante, che coinvolga anche piastrelle e vasca.

In generale, la prima operazione da fare durante un processo di demolizione bagno è quello di chiudere l’acqua svuotando le tubature e iniziare dalla rimozione dei sanitari. Nel caso di una ristrutturazione completa, si procederà con la demolizione del pavimento e di tutto quanto vi è sotto (il massetto). Ciò può avvenire manualmente oppure con l’ausilio di attrezzature meccaniche specifiche.

Una traccia del posizionamento dei nuovi impianti verrà effettuata dal muratore, il quale poi procederà ai vari livellamenti e verifiche, prima della posa delle piastrelle. Soltanto in seguito si procede con il posizionamento dei sanitari e degli arredi.

Interventi di una certa entità potrebbero richiedere tempi di lavoro lunghi e complessi, ma oggi è possibile utilizzare prodotti e materiali innovativi in grado di richiedere interventi meno invasivi e più rapidi, limitando anche le opere di demolizioni e quindi limitando i costi legati strettamente a quest’ultima operazione.

 

Demolizione e ristrutturazione: cosa incide sul risultato finale

 
I costi di demolizione del bagno e quelli di ristrutturazione sono determinati sia da ciò che hai attualmente presente, come anche da ciò che vorrai installare in fase di ristrutturazione.

Le possibilità di personalizzazione che offrono i bagni sono moltissime e questo perchè, vista la maggiore attenzione che le persone dedicano a questo locale, anche i produttori di accessoristica e di arredamento sanitario hanno arricchito il loro catalogo con soluzioni intriganti, vivaci, estetiche e funzionali. Anche la scelta dei materiali nuovi e dei componenti di arredo (sia per i sanitari e lavandini, sia per la doccia o vasca, che per le piastrelle) incidono sui costi di demolizione e ristrutturazione: vi sono elementi, infatti, che richiedono procedure di installazione differenti l’una dall’altra e che possono così influenzare la spesa complessiva.

Inoltre, una completa ristrutturazione del bagno (ivi compresa dunque la demolizione) è soggetta a vantaggi fiscali nella misura massima del 65% dell’importo (per maggiori dettagli: Agevolazioni e Detrazioni Fiscali). Questa percentuale viene calcolata anche sul costo demolizione bagno, il quale rientra nel computo complessivo per l’ammissibilità dello sgravio ottenibile dal punto di vista fiscale.

 

Chiedici di più

 
Per maggiori informazioni, potete consultare le altre pagine del nostro sito ed in particolare la pagina della ristrutturazione del bagno e su “Quanto costa rifare un bagno”.

Devi ristrutturare il bagno?
Vuoi un consiglio esperto?

Puoi chiederci anche un preventivo o un sopralluogo senza alcun impegno: chiamaci subito oppure scrivici, quì trovi tutti i nostri contatti. Ti aspettiamo!

 

Comments are closed.