Recupero Sottotetti 02

Come recuperare un sottotetto non abitabile?

 
Hai un appartamento con annesso sottotetto, oppure hai comprato un’abitazione che ne possiede uno ma non è abitabile? Proseguendo la lettura della guida troverai consigli e suggerimenti utili su come recuperare un sottotetto non abitabile.

 

Le normative riguardanti i sottotetti

 
Per prima cosa, occorre fare chiarezza sui termini “non abitabile” ed “agibile”. Secondo la normativa italiana un sottotetto non è abitabile quando mancano le condizioni fisiche e strutturali per poter essere abitato, quindi utilizzato per viverci. Per contro se il sottotetto risulta agibile, e quindi rispecchia i criteri di legge in materia di sicurezza ed igiene (comprovati dal certificato rilasciato dal Comune dove l’immobile risulta accatastato), può essere utilizzato in maniera alternativa. Potrai dunque utilizzare il sottotetto della tua abitazione ad esempio come lavanderia o stanza armadio, ma non potrai realizzarci una cucina o una camera da letto. In alcuni casi, le leggi regionali prevedono la possibilità di rendere un sottotetto abitabile effettuando un vero e proprio recupero edilizio. Realizzando i necessari lavori di adeguamento e seguendo le disposizioni regionali (come l’altezza media, la conformità degli impianti e il rapporto illuminazione-volume) è dunque possibile convertire il sottotetto in una mansarda abitabile. In quest’ultimo caso dovrai sostenere degli oneri urbanistici di adeguamento ed i relativi costi di ristrutturazione che spesso però vengono agevolati da Regioni e Comuni con detrazioni. Le amministrazioni pubbliche, infatti, favoriscono l’ampliamento o il riutilizzo di case già esistenti piuttosto che dare nuove concessioni su terreni ancora verdi.

 

Come trasformare in abitabile un sottotetto

 
Se hai verificato che le altezze ci sono e gli impianti sono a norma, puoi valutare una ristrutturazione del sottotetto per renderlo abitabile. Usufruendo degli incentivi comunali o regionali potrai anche ammortizzare la spesa da sostenere e sfruttare in verticale il potenziale abitativo della tua casa.

Vediamo insieme come recuperare un sottotetto non abitabile trasformandolo in abitabile. Per dare la giusta luce al sottotetto, affinché possa diventare abitabile, valuta l’inserimento di finestre da tetto sia sulla parte inclinata sia sulla porzione di muro più bassa del sottotetto. In questo modo avrai luce naturale costante e la giusta areazione degli ambienti. Se ti mancano le altezze per raggiungere la media prevista dalla legge, puoi valutare un abbassamento del solaio, sempre che il piano sottostante sia più alto dello standard 2.70 metri. In questo modo guadagnerai i centimetri necessari ad ottenere l’abitabilità. Un altro modo per recuperare l’altezza se non si raggiunge la soglia minima di standard di legge è quello di creare un soppalco, smantellando il solaio del sottotetto e creando un unico ambiente da suddividere in verticale. In questo modo potrai creare ex-novo un soppalco libreria o armadio, oppure spostare la zona notte nel soppalco e dare spazio ai tuoi hobby nella stanza. In ogni caso è fondamentale affidarsi ad un progettista o geometra, che saprà consigliarti al meglio per rispettare le norme e sfruttare al meglio metri e centimetri.

 

Soluzioni per utilizzare un sottotetto non abitabile

 
Se non vuoi impiegare tempo e denaro per convertire il tuo sottotetto in abitabile, ti proponiamo alcune soluzioni utili su come recuperare un sottotetto non abitabile. Così facendo guadagnerai nuovi spazi utili e funzionali alle tue esigenze e sfrutterai al massimo le potenzialità inutilizzate della tua abitazione. Puoi ad esempio trasformare il sottotetto in una lavanderia dove poter stendere anche il bucato. Se l’area è dotata di prese della corrente e puoi allacciarti agli scarichi idraulici della tua abitazione, puoi installare una lavatrice ed un’asciugatrice e trasformare questo ambiente inutilizzato in una zona di servizio. Se il sottotetto è dotato di una finestra a tetto puoi anche stendere il bucato in questa zona, oppure puoi dotarti di un deumidificatore per asciugare l’aria dalla condensa del bucato.

Un’alternativa alla lavanderia è invece la stanza armadio, necessaria per contenere il cambio di stagione tuo e della tua famiglia. Gli armadi non sono mai abbastanza in una casa, soprattutto se la famiglia è numerosa: creare un’area per il cambio stagione può essere dunque una soluzione alternativa. Basterà utilizzare dei mobiletti di misure adeguate all’altezza del sottotetto o semplici appendiabiti per organizzare i vestiti. Oppure potrai comporre delle soluzioni con gli appositi sistemi modulari che si trovano nelle grandi catene di arredamento.

 

Soluzioni e consigli

 
In Edilcostruzioni, grazie all’esperienza decennale, possiamo darti il consiglio migliore su come procedere, ed effettuare per te i lavori più adatti: siamo specializzati nel recupero dei sottotetti in lombardia e in attività di costruzione e ristrutturazione in genere.

 
Contattaci per qualsiasi informazione!

Comments are closed.