Agevolazioni e Detrazioni fiscali ristrutturazioni

Agevolazioni e detrazioni fiscali ristrutturazioni

 
Oggi ristrutturare conviene! Ancora per il 2016 è possibile infatti usufruire di diverse agevolazioni fiscali, che danno la possibilità di detrarre una gran parte delle spese sostenute in ristrutturazioni.

Tutte le detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni permettono così di recuperare sia i costi di ristrutturazione sia parte dei costi di arredamento.
 
Ma vediamo meglio quali sono i casi previsti dalla normativa.

 

Detrazioni fiscali per ristrutturazioni

 
È possibile detrarre dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) parte delle spese sostenute per ristrutturare le singole abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali.
 
Per il 2016 sono infatti previste le seguenti agevolazioni:

  • detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute dal 26/06/2012 al 31/12/2016, nel limite massimo di € 96.000 per unità immobiliare
  • detrazione fiscale del 36% delle somme che saranno spese dal 1/01/2017, nel limite massimo di € 48.000 per unità immobiliare

L’agevolazione può essere richiesta per le spese già pagate, secondo il criterio di cassa e deve essere divisa fra tutti i soggetti che hanno contribuito alla spesa, aventi diritto alla detrazione.
 
Altri dettagli e informazioni li trovate nella Guida Ristrutturazioni edilizie 2016 dell’Agenzia delle Entrate .

 

Detrazioni fiscali per arredamento

 
Anche le spese per acquisto di mobili destinati all’immobile ristrutturato sono considerate rientranti nell’intervento edilizio, e quindi possono essere detratte fino al 50% e per un massimo di € 10.000,00.

 

Detrazioni fiscali per risparmio energetico (“Ecobonus”)

 
Quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica di un edificio già esistente è possibile usufruire di un’altra agevolazione fiscale, che dà la possibilità di detrarre sia dall’Imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) sia dall’Imposta sul reddito delle società (Ires).
 
In questa agevolazione fiscale rientrano tutte le spese sostenute per le opere che riducono stabilmente il fabbisogno di energia, come coibentazioni, infissi termici ecc. e più in particolare:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni,pavimenti,finestre,infissi…)
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Le detrazioni fiscali vanno ripartite in dieci rate annuali di pari importo e sono riconosciute nelle seguenti misure:

  • detrazione del 55% delle spese sostenute fino al 5/06/2013
  • detrazione del 65% delle spese sostenute dal 6/06/2013 al 31/12/2016 per interventi sulle singole unità immobiliari (es. villette indipendenti o cascine) e sulle parti comuni degli edifici condominiali oppure se riguarda tutte le unità immobiliari site nel singolo condominio

Sono esclusi dalla maggiorazione gli impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e gli scalda-acqua a pompa di calore.
 
Dal 1/01/2017 l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale prevista per le spese di ristrutturazioni edilizie.
 
Altri dettagli e informazioni li trovate nella Guida Ecobonus Risparmio energetico 2016 dell’Agenzia delle Entrate .

 

Ristrutturare oggi conviene!

 
Puoi chiederci un preventivo o un sopralluogo senza alcun impegno: chiamaci subito oppure scrivici, quì trovi tutti i nostri contatti. Ti aspettiamo!
 
 

Comments are closed.